Lenti a contatto morbide



LENTI A CONTATTO MORBIDE

Le lenti a contatto sono dispositivi medici applicati sulla superficie oculare per motivi terapeutici. Una volta posizionate, aderiscono alla pellicola lacrimale che ricopre la parte anteriore dell’occhio e quando la palpebra ammicca, passa sopra la lente a contatto, inducendo un lieve movimento che consente alle lacrime di apportare ossigeno e lubrificazione alla cornea sottostante. 
A seconda dello stile di vita, della salute degli occhi e della volontà del portatore, le lenti a contatto rappresentano un'alternativa agli occhiali per correggere errori di rifrazione, come ipermetropia, astigmatismo e miopia.



Milioni di persone scelgono quotidianamente le lenti a contatto per risolvere i propri difetti visivi in modo efficace e pratico.



Le lenti a contatto morbide, composte d’acqua fino a un massimo dell’80%, sono permeabili all’ossigeno e permettono all’occhio di “respirare”. Sono le lenti più utilizzate (95% dei portatori di lenti usa questo tipo) perché sono molto flessibili, confortevoli da indossare aderiscono facilmente all’occhio. Sono dunque le più indicate per chi ha una vita attiva.


ESISTONO 3 TIPI DI LENTI A CONTATTO MORBIDE:

Lenti monouso: ricambio giornaliero

Sono lenti a contatto usa e getta. Porti queste lenti per un giorno, poi le getti e le sostituisci con un paio nuovo il giorno successivo. 
Non richiedono pulizia, disinfezione o conservazione. 
Il tempo di utilizzo massimo diurno – meno di 24 ore durante lo stato di veglia – deve essere stabilito, per ogni portatore, dallo specialista di fiducia (ottico o oculista).


Lenti quindicinali: ricambio ogni due settimane

Sono lenti a contatto con durata bisettimanale. Porti queste lenti per un giorno e poi, anziché buttarle, le disinfetti e le conservi in un contenitore portalenti.
Il tempo di utilizzo massimo diurno – meno di 24 ore durante lo stato di veglia – deve essere stabilito, per ogni portatore, dallo specialista di fiducia (ottico o oculista).


Lenti mensili: ricambio ogni 30 giorni

Sono lenti a contatto con durata mensile. Porti queste lenti per un giorno e poi, anziché buttarle, le disinfetti e le conservi in un contenitore portalenti.
Il tempo di utilizzo massimo diurno – meno di 24 ore durante lo stato di veglia – deve essere stabilito, per ogni portatore, dallo specialista di fiducia (ottico o oculista).


Se vuoi utilizzare le lenti a contatto, il primo passo consiste nel consultare un oculista per un esame approfondito. Tutte le lenti a contatto richiedono una prescrizione medica valida, redatta in base alle esigenze individuali. È importante seguire un regolare programma di follow-up, come raccomandato dal medico (indicativamente dopo una settimana, un mese e sei mesi, e poi una volta all'anno).

Consigli utili per un corretto uso delle lenti

  • Lava bene le mani e asciugale con cura prima di maneggiare le tue lenti a contatto
  • Non dormire con le lenti a contatto
  • Rispetta sempre la frequenza di sostituzione indicata per le tue lenti
  • Rispetta i consigli relativi alla pulizia e disinfezione
  • Non utilizzare le lenti dopo la data di scadenza
  • Inserisci le lenti a contatto prima di truccarti e rimuovile sempre prima di struccarti 
  • Recati regolarmente dal tuo specialista di fiducia


OTTICA CAPELLO

Sandonà

Via XIII Martiri, 35 - 30027

Tel. 0421 560161 - sandona@capellocentrivista.it